Black Friday: le origini

Il 23 Novembre torna il Black Friday. Consuetudine importata dagli USA dove, il venerdì dopo il Giorno del Ringraziamento, i negozi offrono super sconti per lo shopping di Natale.

Viene definito “nero” perché, nell’America degni anni ’60, i registri contabili dei negozianti si compilavano a penna, usando inchiostro rosso per i conti in perdita e quello nero per i conti in attivo. E nel venerdì dopo il ringraziamento, grazie a queste promozioni, i conti finivano decisamente in nero.

Secondo un’altra tesi, il “nero” sarebbe causato dal traffico sulle strade e dalla congestione nei negozi, provocata da migliaia di americani attirati da sconti (validi soltanto quel giorno) anche dell’80 per cento. Se ne parlò per la prima volta nel 1961 quando a Philadelphia il venerdì dopo il Ringraziamento fu davvero trafficato.

Il Black Friday è visto da diversi analisti finanziari come un indicatore statistico dei consumi. È l’inizio ufficiale dello shopping natalizio e può essere utilizzato come parametro per stimare l’andamento di tutta la stagione natalizia. Il venerdì nero è così importante che alcune grandi catene anticipano i loro saldi anche nel giorno del Ringraziamento.


Radio Number One

#dovevivitu

Current track
TITLE
ARTIST

Background