All’asta la “Blue Box”, invenzione di Steve Wozniak e Steve Jobs

Un raro esemplare della “Blue Box” realizzata da Steve Wozniak e Steve Jobs andrà all’asta a Los Angeles con un prezzo base che oscillerà tra gli 8.000 e i 12.000 dollari. Si tratta in dettaglio del circuito ideato dal co-fondatore Apple che era alla base dello strumento molto utilizzato nei decenni passati dai cosiddetti “phreaker telefonici”, per hackerare i sistemi telefonici e ottenere un servizio telefonico gratuito. L’idea di “Blue Box” è presente già dagli anni ’50, infatti lo stesso Steve Wozniak acquistò una prima versione in un asta tenuta da Bonhams nel 1972, sviluppandone nello stesso anno la prima variante digitale che, successivamente, venne commercializzata da Steve Jobs.

STIME – Molto probabilmente la creazione della “Blue Box” è stata la prima interazione, anche prima della progettazione del personal computer, tra Steve Wozniak e Steve Jobs. Da parte sua, Wozniak è stato sempre molto fiero del dispositivo, definendosi orgoglioso di aver progettato quel circuito che all’epoca riusciva a svolgere contemporaneamente tre compiti diversi. Secondo le attuali stime, sono pochissimi gli esemplari rimasti di “Blue Box” di Wozniak; negli anni molti sono andati persi attraverso i sequestri da parte delle forze dell’ordine, inoltre ancora meno sono le varianti originali che successivamente a delle copie aveva deciso di rivedere il design del circuito.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Had a great time at the Pittsburgh Speakers Series!

Un post condiviso da Steve Wozniak (@stevewozniakofficial) in data:


Radio Number One

#dovevivitu

Current track
TITLE
ARTIST

Background