Mare inquinato: a Boccadasse, in Liguria, scatta il divieto di balneazione

A Boccadasse Arpal ha confermato l’esito negativo delle acque liguri che fa scattare il divieto di balneazione. Tra 72 ore il campione “suppletivo”

Arpal, che da sempre si impegna nel monitoraggio relativo alle acque di balneazione della Liguria, ha dato esito negativo stabilendo che, nel borgo di Boccadasse, l’inquinamento presente nel mare non consente la balneazione, introducendo così un divieto. Tuttavia, entro tre giorni, verrà eseguito un campione “suppletivo” per confermare la non conformità di balneazione o stabilire un inquinamento di breve durata. Alle ore 18 di ieri – 6 agosto 2020 – su 380 punti in cui è stata suddivisa la costa ligure per l’estate 2020, 371 risultano conformi, 7 non conformi. Infatti, oltre a Boccadasse ci sono anche Levante Torrente Rexello, Ponente Torrente Rexello, Lungomare Pegli, tutti nel comune di Genova; a Portovenere e Riomaggiore, invece, vige una chiusura preventiva disposta dal sindaco.

Divertirsi e rilassarsi in acqua per ora non sarà consentito, ci auguriamo che questo divieto venga presto sospeso!


Radio Number One

#dovevivitu

Current track
TITLE
ARTIST

Background