Brescia, la plogger Amanda: «Raccolgo ciò che la gente incivile abbandona»

La 33enne Amanda Staffoni è la fondatrice dei Ploggers Bresciani, un gruppo di plogger composto da sportivi che durante la corsa si fermano a raccogliere i rifiuti

La plogger bresciana Amanda Staffoni è una mamma di 33 anni appassionata di sport e molto sensibile verso le questioni ambientali. I problemi legati all’inquinamento ambientale sono fra i temi più discussi degli ultimi anni: smog, rifiuti tossici ed inquinamento industriale stanno portando ad una drastica distruzione degli habitat naturali, nonché grossi problemi di salute alla popolazione umana. Sebbene vi siano già alcune associazioni ambientaliste alle quali è possibile aggregarsi, non è affatto escluso che ci si possa organizzare in maniera totalmente indipendente e volontaria, al fine di poter dare un personale contributo alla causa. Questo è proprio quello che ha voluto fare Amanda radunando un gruppo di ploggers, i quali quotidianamente si impegnano nella raccolta di rifiuti a Brescia e provincia mentre praticano attività sportiva.

COLLABORARE – «Raccogliere è un atto di umiltà nei confronti del territorio che viviamo – ha spiegato Amanda -, si pensa sempre che siano gli addetti a doversene occupare, ma per me collaborare è importante». Durante la raccolta i ploggers trovano davvero di tutto: «Di mascherine ce ne sono moltissime abbandonate ovunque – ha dichiarato Amanda -, noi cerchiamo di fare il possibile». I Ploggers Bresciani sono la dimostrazione che basta davvero poco per contribuire a rendere migliore il nostro territorio, che spesso e volentieri viene trascurato.


Radio Number One

#dovevivitu

Current track
TITLE
ARTIST

Background