Chiara Ferragni, denuncia per blasfemia da parte di Codacons

L’associazione Codacons denuncia Chiara Ferragni per blasfemia e offese al sentimento religioso a causa di una foto comparsa sul periodico Vanity Fair

Si apre un nuovo capitolo dell’eterna battaglia tra l’influencer più conosciuta d’Italia Chiara Ferragni e l’associazione dei consumatori Codacons. Dopo la denuncia per aver organizzato una raccolta fondi in piena crisi sanitaria, ora l’associazione torna ad attaccare la Ferragni a causa della pubblicazione di una foto che in poche ore ha fatto il giro del web. La foto in questione è una rielaborazione di Francesco Vezzoli di un dipinto seicentesco in cui Chiara appare concretamente al posto della madonna. L’immagine incriminata è stata pubblicata in un articolo del periodico Vanity Fair, dove per altro compaiono altre foto di donne note nel mondo dello spettacolo raffigurate all’interno di dipinti storici, che non sono però collegate ad alcun soggetto sacro.

L’ATTACCO – L’immagine provocatoria realizzata da Vezzoli non voleva di certo essere un’offesa al mondo religioso, bensì mirava ad elogiare la figura femminile, di cui la Ferragni si è fatta spesso portavoce. La risposta di Codacons pare non essere però affatto d’accordo con il messaggio veicolato da Vanity Fair. «Non è una provocazione ma una grave mancanza di rispetto – dichiarano i membri dell’associazione -, Chiara Ferragni sfrutta l’immagine della madonna a scopo commerciale». Il team più agguerrito che mai farà recapitare l’esposto oltre che alla Procura di Milano, anche direttamente al Papa.


Radio Number One

#dovevivitu

Current track
TITLE
ARTIST

Background