Covid, in Italia ipotesi “provvedimento ponte” dal 7 al 15 gennaio

In Italia per contenere il numero dei contagi Covid resteranno in vigore “colori” e restrizioni anche dopo le feste. Si parla di “provvedimento ponte”

In seguito all’aumento dei contagi in Italia, si pensa di istituire una zona rossa per il prossimo weekend (9 e 10 gennaio, prefestivo e festivo). Lo ha confermato il ministro della Salute Speranza, dopo l’ennesimo confronto fra governo e regioni: «Ci sarà la salvaguardia per i comuni più piccoli per gli spostamenti». Si sta parlando poi di un “provvedimento ponte” fra il 7 e il 15 gennaio: la prima proposta è mantenere le misure vigenti fino a metà mese, ossia zona arancione nazionale per i giorni feriali e rossa per prefestivi e festivi; la seconda è tornare in zona gialla il 7 e 8 gennaio, per poi passare all’arancione nel weekend e, da lunedì prossimo, assegnare i colori alle regioni in base al rischio.

CAPITOLO SCUOLA – Tiene banco in continuazione il capitolo scuola, con la ministra Azzolina che chiede rispetto per gli istituti («Basta addossare colpe alle scuole»). Il premier Conte aveva chiesto il ritorno degli studenti delle superiori in presenza dal 7 gennaio, almeno per il 50%, ma non tutte le regioni probabilmente si allineeranno. I numeri dei contagi sono ancora molto alti, soprattutto al Sud i prefetti non hanno riscontrato molte possibilità. Il problema è sempre collegato ai trasporti. I presidenti delle regioni hanno chiesto di attendere l’esito del monitoraggio dell’Iss dell’8 gennaio per le superiori, dando invece il nulla osta per elementati e medie dal 7.


Radio Number One

#dovevivitu

Current track
TITLE
ARTIST

Background