Emilia Romagna, un gruppo di ragazzi autistici cacciati dall’area di sosta

Un gruppo di giovani autistici si è fermato in un’area di sosta in autostrada prima di tornare a casa: cacciati dal gestore del market

Un episodio molto triste e discriminatorio è accaduto giovedì per un gruppo di ragazzi autistici che viaggiavano per tornare a casa a Milano, in compagnia dei loro educatori, dopo aver trascorso delle calde vacanze estive nel Meridione: in un’area di servizio nell’autostrada emiliana si sono sostati per concedersi una pausa per consumare il loro pranzo al sacco, quando un dipendente del market ha gridato loro di andarsene via perché quell’area era destinata esclusivamente alla clientela del negozio. Il tentativo da parte degli educatori di aver un dialogo pacato con quest’individuo è fallito subito, quindi si sono diretti verso un’altra area di sosta dove hanno invece ricevuto un trattamento umano e speciale da parte di tutti, clienti e dipendenti.

LA DENUNCIA – Questo episodio è stato subito denunciato dal padre di uno dei ragazzi, nonché vicepresidente dell’associazione Gaudio Onlus, sulla pagina Facebook per la difesa dei diritti delle persone autistiche, in cui si sono uniti tutti i genitori dei ragazzi della comitiva: il post ha ottenuto centinaia di condivisioni e commenti molto duri da parte di coloro che sostengono che casi ostili come questi siano da segnalare per informare la società. È ingiustificabile che accadono ancora episodi del genere quindi bisogna avere sempre piena solidarietà verso questi giovani e verso le cooperative che organizzano attività così belle per il sociale. Speriamo che questo viaggio intrapreso dai ragazzi e dai loro educatori possa essere un esempio per sensibilizzare la questione e un invito a combattere contro la discriminazione.

SEI DISABILE NON TI VOGLIO Riceviamo questa comunicazione dalla cooperativa Fabula Onlus che organizza tutti gli anni…

Gepostet von Uniti per l'autismo am Donnerstag, 6. August 2020

 


Radio Number One

#dovevivitu

Current track
TITLE
ARTIST

Background