Genova, le biblioteche aprono il delivery dei libri per combattere la solitudine

A Genova, a partire dal 9 aprile, sarà possibile ordinare i libri delle biblioteche. Una rete di volontari consegnerà la cultura a domicilio

Da oggi il Comune di Genova avvia un nuovo progetto che ha l’obiettivo di fare compagnia, attraverso la cultura, ai cittadini che si trovano in quarantena, agli anziani e alle persone con disabilità. Nasce, infatti, la consegna a domicilio dei libri delle biblioteche civiche. Questa nuova iniziativa è stata resa possibile grazie all’unione delle forze del Comune con le biblioteche, l’Agenzia per la famiglia e la Protezione Civile con Misericordie di Genova. «È un bel regalo per tutte famiglie che vivono un momento di difficoltà – ha detto Simonetta Saveri, Responsabile dell’Agenzia per la famiglia di Genova – . Un modo per essere vicino a chi è più fragile, dando gli strumenti utili per combattere la solitudine».

COME FUNZIONA – A partire dal 9 aprile, ogni mercoledì e venerdì mattina, chiamando il numero verde dell’Agenzia per la famiglia 800.098725, sarà possibile prenotare fino a un massimo di cinque libri, che verranno consegnati a domicilio la settimana successiva alla richiesta. Le richieste dei libri in prestito verranno gestite dai bibliotecari e la consegna sarà gestita dalla Protezione Civile insieme ai volontari di Misericordie di Genova. I volontari della Protezione Civile si occuperanno anche del ritiro dei libri, sempre a domicilio, entro trenta giorni.

LE BIBLIOTECHE – La pandemia ci ha fatto comprendere la necessità di sviluppare nuovi canali per raggiungere quante più persone. «Il sistema delle biblioteche genovesi sta diventando sempre più inclusivo e alla portata dei bisogni dei cittadini – hanno detto l’assessore alle politiche culturali Barbara Grosso e l’assessore alla famiglia e relativi diritti Lorenza Rosso -. La cultura è tra i settori che, più di altri, sta usufruendo di questi nuovi canali».


Radio Number One

#dovevivitu

Current track
TITLE
ARTIST

Background