Genova, estate da dimenticare per i traghetti: 500mila passeggeri in meno

Grandi problematiche per il settore dei traghetti: rispetto al consueto, per Genova è un’estate di estrema difficoltà per le prenotazioni

È rientrata ieri, domenica 23 agosto, a Genova la prima crociera post Covid-19, di cui avevamo parlato proprio poco prima della partenza. Però per il capoluogo ligure, come volevasi dimostrare, è stata ed è un’estate di grandissime difficoltà per quanto riguarda il settore dei traghetti: fra giugno e settembre di quest’anno un calo di ben 500mila prenotazioni rispetto al consueto, come riportato da Il Secolo XIX. Imbarcazioni verso Sardegna, Corsica, Sicilia mezze vuote, anche per le perplessità su controlli in banchina con tampone che non sempre vengono eseguiti.

ATTENZIONE – Le fasi di imbarco e sbarco sono le più complesse, occorre grande attenzione anche e soprattutto per le navi in arrivo dai Paesi esteri come la Spagna. Se però in altre località i tamponi vengono eseguiti, non è lo stesso per Genova, dove però l’Autorità si sistema portuale fa sapere che le procedure adottate rispettano l’ordinanza del ministero della salute del 12 agosto scorso. Lo scoppio di numerosi casi in Sardegna però preoccupa, e tanti sono i passeggeri di rientro da una delle mete più ambite degli italiani.


Radio Number One

#dovevivitu

Current track
TITLE
ARTIST

Background