Johnny Depp: «Il giorno più felice della carriera? Quando andrò in pensione!»

Johnny Depp in un’intervista a Repubblica parla di amore, società e del suo più grande sogno, la pensione: che sarà il giorno più felice della sua carriera

L’attore Johnny Depp, per l’uscita del nuovo film Waiting for the Barbarians di Ciro Guerra, ha rilasciato un’intervista a Repubblica in cui si è rifiutato di parlare dell’ex moglie, con cui è ancora vincolato legalmente, ma non di amore. Ad esempio, ne prova moltissimo per i figli: «Sono il motivo per cui mi alzo la mattina – continua Depp -. Guardarli diventare esseri umani pienamente realizzati, non c’è regalo migliore». Passa poi dall’amore agli aspetti professionali, gli è stato infatti chiesto quale sia stato il momento più felice della sua carriera: «Sarà il giorno in cui andrò in pensione».

SOCIETÀ – L’attore statunitense descrive il film di Ciro Guerra come uno specchio della società odierna. Una società nella quale, secondo lui, è presente una strategia di manipolazione dei popoli tenuti sotto una costante paura: «Tenerli nell’ignoranza per impedire la ribellione – ha continuato Depp -. A questo si aggiunge la paura irrazionale dell’altro, dell’ignoto, la generale mancanza di empatia e compassione che sembra in aumento e che mi preoccupa. Abbiamo perso la capacità di dibattito, di argomentazione sfumate, o semplicemente di accettare di non essere d’accordo. Tutto e tutti sono polarizzati. È tutto un clicca e fuggi, 140 caratteri progettati per suscitare una reazione furibonda. Mi preoccupo per la nostra specie».


Radio Number One

#dovevivitu

Current track
TITLE
ARTIST

Background