Nuovo laser per scovare frodi agroalimentare

qualità-cibo-laser

L’ ENEA, Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, sta immettendo un dispositivo laser portatile che permetterà di fare uno screening in maniera rapida ed affidabile per quanto riguarda la qualità dei prodotti che finiscono sulle nostre tavole. Il nuovo dispositivo che sostituirebbe le lunghe e costose analisi di laboratorio si chiamerà Safefood.

Nei studi di ricerca si sta lavorando a due prototipi: uno destinato ai controlli di qualità nell’industria alimentare e l’altro per le attività ispettive di organi di controllo come i Nuclei anti sofisticazione dei Carabinieri.

Basati su una tecnologia laser che utilizza luce e suono per rilevare sostanze nocive o non dichiarate in etichetta, i due strumenti si differenziano in base al loro specifico utilizzo: quello destinato all’industria alimentare è stato progettato per integrarsi nel processo industriale e monitorare tutta la catena produttiva. Il secondo strumento, invece, verrà dato in dotazione alle autorità ispettive. Questo sarà maneggevole, di facile utilizzo e delle dimensioni di una valigetta. In quest’ultimo caso si tratta di mini laboratorio portatile, dove basterà inserire un piccolo campione di cibo per avere in pochi secondi uno screening rapido e preciso della presenza di eventuali contaminanti.

Sarà proprio grazie a queste caratteristiche che lo renderanno adatto per controlli veloci e mirati in tutti i canali di distribuzione, dai mercati ai supermercati, dalle mense di scuole, ospedali e aziende fino ai piccoli negozi di alimentari.


Continua a leggere

Radio Number One

#dovevivitu

Current track
TITLE
ARTIST

Background