Marte, scoperti laghi di acqua salata al Polo Sud. Merito di italiani

Un team di ricercatori in gran parte italiani ha scovato, attraverso il radar Marsis, laghi di acqua salata al Polo Sud del pianeta Marte

Che sul pianeta Marte ci fossero tracce di acqua lo sapevamo già, essendo stata una scoperta del 2018. Ora però una ricerca tutta italiana ha individuato la presenza di laghi di acqua salata intrappolati sotto il ghiaccio del Polo Sud marziano. Stiamo parlando dei ricercatori dell’università Roma Tre, del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR-IREA, Napoli), dell’Università Jacobs (Brema, Germania), della University of Southern Queensland (Australia) e dell’Istituto Nazionale di Astrofisica (INAF).

IL LAVORO – La nuova scoperta è stata possibile grazie all’utilizzo del radar sottosuperficiale Marsis, uno degli strumenti a bordo della sonda dell’Esa Mars Express: il radar aveva rilevato un’area di forte riflettività a circa 1,5 km sotto i depositi stratificati di ghiaccio e polvere della calotta polare meridionale di Marte. Il congelamento dell’area individuata, di circa 20 km di diametro, sarebbe stato probabilmente impedito da un’alta concentrazione di sali. A guidare il team di lavoro è stata Elena Pettinelli, insieme a Sebastian Lauro: per capire quale fosse la situazione, si sono servivi della metodologia applicata coi radar sottosuperficiali in Antartide, Canada e Groenlandia.


Radio Number One

#dovevivitu

Current track
TITLE
ARTIST

Background