I paradisi irraggiungibili di quest’estate italiana: le 10 spiagge chiuse al pubblico

In Italia alcune spiagge restano bloccate o con accessi limitati in attesa di essere rimesse in sicurezza. Eccone alcune per quest’anno

L’estate entra nel vivo e purtroppo alcune spiagge della nostra penisola rimangono inaccessibili anche durante i mesi della bella stagione: molte di esse sono già predisposte per gestire gli afflussi, far rispettare le distanze di sicurezza ma parecchie sono bloccate perché pericolanti, altre sotto sequestro o chiuse a causa dell’emergenza Covid-19, come è accaduto alla spiaggia Jamaica a Punta Grotte di Sirmione, vicino al Lago di Garda, con l’obiettivo di evitare assembramenti.

NORD ITALIA – Molti lidi hanno garantito il giusto rispetto delle norme anti-contagio, ma sono molte le spiagge che restano bloccate indipendentemente dal Covid-19. È stato temporaneamente sospeso l’accesso alla spiaggia di Punta Prodani, vicino alla zona di Bergeggi, e alla Baia dei Saraceni, sempre in Liguria, la passerella che consente l’unico accesso alla spiaggia è stata segnalata come pericolante ed è chiusa fino a nuovi interventi.

CENTRO E SUD ITALIA – Nell’area del Conero, nelle Marche, si sono più volte verificate frane nei pressi della falesia del Trave quindi le spiagge limitrofe rimangono bloccate. La Baia del Buondormire, una delle insenature più spettacolari del Cilento, è stata interdetta perché il costone che sovrasta la spiaggia è pericolante.

ISOLE – Anche le spiagge delle isole italiane subiscono limitazioni. In Sicilia è stata messa sotto sequestro a febbraio 2020 la straordinaria Scala dei Turchi poiché ritenuta pericolosa, inoltre restano inaccessibili diverse calette della Riserva dello Zingaro. La novità di quest’anno tocca alla Sardegna con qualche spiaggia che rimane aperta “a metà” permettendo un ingresso contingentato, è il caso della spiaggia La Pelosa a Stintino con un limite massimo giornaliero di 1.500 persone, stessa sorte per la spiaggia di Tuerredda, in provincia di Cagliari, bloccata a un massimo di 1.100 persone e a Cala Goloritzè, nel Golfo di Orosei, sono disponibili solo 250 posti al giorno.


Radio Number One

#dovevivitu

Current track
TITLE
ARTIST

Background