I pinguini, visti dallo spazio, sono molti di più di quelli che si immaginava

Guardando dalle immagini satellitari si è scoperto che, in realtà, in Antartide è presente il 20% in più delle colonie di pinguini imperatore

Gli scienziati del British Antarctic Survey hanno scoperto, grazie alle foto satellite, che le colonie di pinguini imperatore sono molte di più di quello che si immaginava. Le nuove colonie infatti sono 11, tre delle quali erano state identificate in precedenza, ma mai confermate. Per monitorarli è stato usato il Copernicus Sentinel-2 dell’Esa che, seguendo il guano (i loro escrementi), ha identificato il 20% in più delle colonie.

PINGUINI IMPERATORE – Con questa scoperta ammontano a 61 le colonie presenti in Antartide. I pinguini imperatore vivono al Polo Sud ed è molto difficile studiarli ed avvicinarsi, in quanto in queste zone la temperatura arriva anche a 50 gradi sotto lo zero. Inoltre, sono animali abbastanza piccoli e che si spostano in continuazione, per questo i satelliti riescono ad individuare meglio il guano e a captare meglio i loro movimenti.

BUONE NOTIZIE – Il geografo che guida la ricerca, Peter Fretwell, ha parlato di una scoperta fantastica. «Le nuove immagini satellitari dell’Antartide ci hanno permesso di trovare nuove colonie. Sono piccole e aumentano la popolazione conosciuta del 5-10%». Queste sono buone notizie in quanto i pinguini imperatore sono particolarmente vulnerabili e i cambiamenti climatici li colpiscono, in particolare lo scioglimento dei ghiacci che minaccia il loro l’habitat. Philip Trathan, capo del servizio di conservazione della società britannica di ricerca in Antartide, dice che è grandioso aver trovato nuove colonie, anche se i siti in cui si trovano sono in aree a rischio scomparsa.


Radio Number One

#dovevivitu

Current track
TITLE
ARTIST

Background