Sanremo 2021, ci saranno ben 26 Big in gara: «Il festival della rinascita»

Il Festival di Sanremo 2021, promettono gli ideatori, sarà il “più normale possibile”, in totale sicurezza. E si svolgerà nel mese di marzo

Ne parlavamo proprio qualche giorno fa, quest’anno sono arrivate ben più proposte del solito in vista del prossimo Festival di Sanremo, vetrina importante per gli artisti dopo un anno così difficile. La kermesse sarà ancora in mano ad Amadeus e, come rivelato oggi dalla Rai, avrà ben 26 Big in gara, un numero elevatissimo: «Di cui 10 donne – ha precisato il conduttore, al secondo festival -, vorrei fosse l’edizione della rinascita dopo un anno in cui la musica è morta. E bisogna ripartire dai giovani, infatti ce ne saranno tanti, perché questo festival deve guardare al futuro». Giovedì la lista completa.

AD INIZIO MARZO – Spenti i dubbi sulla possibilità che, causa Covid, cambi la sede del festival: «Resta all’Ariston – ha commentato il direttore di rete Coletta -, stiamo lavorando affinché possa esserci pubblico, ovviamente nel massimo rispetto delle regole in vigore, adattate a come sarà a marzo la situazione». Ebbene sì, perché è già stato rinviato ad inizio marzo, rispetto al tradizionale mese di febbraio: «Un’edizione confermata a marzo, piena di colori e sfumature – ha detto il sindaco di Sanremo Biancheri -. Vogliamo offrire l’opportunità di nuove speranze al Paese».

PUBBLICO E FAN – «Faremo di tutto perché sia il festival più normale possibile, è ovvio che gli artisti portano fan e noi dovremo essere in condizione di gestire tutta la situazione nel migliore dei modi». Così ha aggiunto Amadeus, ribadendo che di piani B non ce ne sono. Coletta ha poi parlato dei tamponi, che saranno costanti: «Dopo le festività inizierà il countdown e dobbiamo farci trovare pronti».


Radio Number One

#dovevivitu

Current track
TITLE
ARTIST

Background