Torino, finge di ordinare una pizza per denunciare il marito violento

A Torino una donna è riuscita astutamente a chiedere aiuto agli agenti per porre fine alle violenze che subiva da 10 anni

Con la scusa di ordinare una pizza, una donna sudamericana di Torino è riuscita a mettersi in contatto con le forze dell’ordine per denunciare le violenze fisiche e psicologiche che il marito imponeva non solo a lei, ma anche suo figlio, da 10 anni.

LA VICENDA – «Una pizza per favore» è stata la frase con cui la donna ha iniziato la telefonata alle forze dell’ordine. L’operatore ha subito capito si trattasse di un’emergenza, infatti la polizia non ha esitato ad arrivare all’indirizzo dettato al telefono dalla signora. Quando hanno suonato al loro appartamento, l’uomo in questione si è trovato di fronte i poliziotti che lo hanno prontamente arrestato. Il motivo che ha spinto la donna a telefonare è stata l’escandescenza del marito che, a causa di un guasto al televisore, ha iniziato a picchiare pesantemente moglie e figlio dopo averli insultati.

Non è la prima volta che questo metodo salva donne vittime di maltrattamenti domestici: la scusa di ordinare una pizza a domicilio è stata già usata con successo in passato diventando così una sorta di messaggio in codice.


Radio Number One

#dovevivitu

Current track
TITLE
ARTIST

Background