Invia un messaggio alla diretta + 39 393 4440444

On Air

ASCOLTA LA RADIO #DOVEVIVITU

seleziona qui la tua area keyboard_arrow_down
  • play_arrow

    Bergamo

  • play_arrow

    Brescia

  • play_arrow

    Garda

  • play_arrow

    Iseo

  • play_arrow

    Lecco

  • play_arrow

    Liguria

  • play_arrow

    Milano Ovest

  • play_arrow

    Piemonte (Cuneo, Asti)

  • play_arrow

    Piemonte (Torino)

  • play_arrow

    Valle Camonica

  • play_arrow

    Valle Seriana

  • play_arrow

    Valtellina (Sondrio)

  • play_arrow

    Varese

  • cover play_arrow

    Lo Sport

  • cover play_arrow

    Le Notizie

È morta la Regina Elisabetta II di Inghilterra

È morta la Regina Elisabetta II di Inghilterra

Giovedì 8 settembre 2022 si è spenta la Regina Elisabetta II, da 70 anni sovrana del Regno Unito

È morta la Regina Elisabetta II di Inghilterra. La sovrana più longeva della storia del Regno Unito è deceduta all’età di 96 anni dopo 70 anni di regno. Si è spenta nel pomeriggio di giovedì 8 settembre. La notizia è arrivata alle ore 19.32 orario italiano. La regina si trovava nel castello di Balmoral, in Scozia, dove stava trascorrendo le vacanze estive.

L’INCONTRO CON I PREMIER – Per la prima volta in 70 anni di regno, la regina non ha ricevuto a Buckingham Palace né il dimissionario Boris Johnson, né la nuova premier Liz Truss. L’incontro è avvenuto martedì 6 settembre nella dimora di Balmoral. Mercoledì sera la sovrana ha dovuto rinunciare a una riunione virtuale del Consiglio Privato, in cui la nuova premier avrebbe dovuto prestare giuramento come Primo Lord del Tesoro, insieme ai ministri in nomina nel Consiglio.

LE VISITE DELLA FAMIGLIA – Da diverse settimane aveva rinunciato ad andare a messa la domenica e il figlio Carlo le ha fatto visita ogni giorno, una circostanza assai insolita. Anche gli altri suoi figli, Anne, Edward e Andrew, e i nipoti William e Harry, hanno raggiunto la dimora appena le condizioni di salute della sovrana sono iniziate a peggiorate drasticamente.

IL CAMBIO DELLA GUARDIA – Alla notizia degli aggravamenti dello stato di salute di Elisabeth II, Buckingham Palace ha interrotto la consueta cerimonia del cambio della guardia. Inoltre, i conduttori della BBC, la rete pubblica statale, si sono vestiti di nero alle telecamere.

LA SOVRANA PIÙ LONGEVA DEL MONDO – La regina era ascesa al trono nel 1952, subito dopo la morte del padre re Giorgio VI. Nel 2015, il suo divenne il regno più lungo di sempre nella storia inglese, superando quello della regina Vittoria e nel mondo, dopo la morte del re saudita Abd Allah. Durante il suo regno, la sovrana ha assistito alla Crisi di Suez nel 1956 e alla fine dell’impero britannico, con l’acceleramento del processo di decolonizzazione dei territori africani e caraibici. Altri eventi storici sotto al suo regno furono la Guerra delle Falklands, fortemente voluta dalla premier Margareth Thatcher. Nel suo regno lungo 70 anni, la regina ha visto il susseguirsi di 15 Primi Ministri e 7 papi.

IL PROTOCOLLO – Al decesso della sovrana, si attiva il piano London Bridge. Per prima cosa, il Primo Ministro viene avvisato tramite una telefonata da un funzionario con il segnale in codice «London Bridge is down» (London Bridge è caduto). Dall’unità di crisi del Ministero degli Esteri britannico viene diffuso un messaggio ai governi del Commonwealth, di cui la Regina è capo di Stato. Successivamente sono informati ambasciatori e premier stranieri. Contemporaneamente, sul cancello di Buckingham Palace un inserviente affigge un avviso di lutto e il sito web reale si trasforma in un’unica pagina con lo stesso avviso su sfondo nero. Siccome la scomparsa è avvenuta nel castello di Balmoral in Scozia, si procede con il rituale scozzese, chiamato Operation Unicorn. Il corpo dovrà restare a Edimburgo, prima a Palazzo di Holyrood e poi alla Cattadrela di St Giles dove ci sarà un primo servizio funebre. Successivamente la bara verrà trasportata a Londra con il treno British Royal Train.

L’EREDE ALLA CORONA – Il trono occupato dalla Regina Elisabetta spetta ora al primogenito Carlo, principe del Galles, affiancato dalla moglie Camilla, duchessa di Cornovaglia.

 

Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su facebook

POST CORRELATI

Redazione

Artigiani e artigiane delle parole, lavoratori dell’informazione:
conosci chi progetta e scrive tutto quello che leggi qui, e non solo?

Alessandra Valtolina

Redazione

Alessandra Valtolina

Faccio parte della redazione giornalistica e mi potete trovare in onda tutti i giorni feriali con l’informazione. Con l’obiettivo che sia la più puntuale e chiara possibile. E con il vizietto di appassionarmi ancora allo sport!

Andrea Ferrari

Redazione

Andrea Ferrari

Laurea in linguaggi dei media, poi la specializzazione in digital content management, e così mi occupo anche dei canali web e social di Radio Number One. Amo la musica, canto sempre (forse troppo), suono clarinetto e tastiera. Col mio gruppo Esatonica ho inciso il disco “Bello oggettivo” nel 2014, e appena possibile mi esibisco in acustico col trio La Percentuale

Claudio Chiari

Redazione

Claudio Chiari

La tentazione di sorridere e di ironizzare su qualsiasi notizia è sempre dietro l’angolo, ma quando parte la sigletta delle news gli ascoltatori si aspettano che tu sia attendibile e credibile. Da sempre mi muovo su questo delicato equilibrio che vede da una parte il giornalista e dall’altra lo speaker che si lascia un po’ andare. Sono convinto che le prime ore del mattino in radio abbiano un fascino particolare, ma chissà che un giorno non riesca a svegliarmi ad un’ora decente… Il mio sogno è andare in onda ogni giorno da una piazza diversa per raccontare la vita della gente che ci ascolta. Odio i negazionisti e i fabbricatori di fake news, amo le persone molto intelligenti e che non se la tirano. Mi affascina lo sport, anche se negli ultimi anni la passione per la cucina gli sta rubando un po’ di spazio. E la pancia lo conferma...

Denny Nardi

Redazione

Denny Nardi

Un 31 agosto del secolo scorso in quel di Monza verso le 22.30 nacqui in un ospedale cittadino. Tre ostetriche arrivarono a cavallo dei loro carrelli e mi portarono la crema, i pannolini e il biberon… Fuori dalla sala parto (che in quel caso fu una sala arrivo) si stagliavano moltissime persone che facevano i lavori più disparati. C’era un falegname, un muratore, un elettricista, un imbianchino e via via molti altri. Solo in un secondo momento seppi che erano lì per risistemare la corsia e non per me, ma la gioia iniziale fu tanta lo stesso. Il silenzio di quella serata non venne interrotta da un pianto, ma dalla notizia che davo sulla nascita del bimbo che era nato nella sala vicino alla mia e che, probabilmente da grande, avrebbe fatto lo sportivo. Il resto è storia comune.

Marco Vignoletti

Redazione

Marco Vignoletti

Come ci si racconta in poche righe? Non sapendo da che parte cominciare, ho chiesto una mano a mio figlio Stefano (di 10 anni), il quale si è prontamente messo a disposizione: “Papi, sei pelato!”, è stata la prima risposta, che mi ha dimostrato una certa capacità di cogliere il mio travolgente lato estetico. Alla richiesta di andare “oltre”, mi ha osservato con fare implacabile dicendo: “Una cosa veloce che sono in chat con gli amici, ma secondo me sei simpatico, sempre allegro, sensibile e hai tanti amici che ti vogliono bene”. Ed è sparito nella sua stanza, anche lui sempre allegro, con i 10 euro appena guadagnati.

Patrizio Romano

Redazione

Patrizio Romano

Faccio parte della redazione giornalistica e mi potete trovare in onda tutti i giorni feriali con l’informazione. Con l’obiettivo che sia la più puntuale e chiara possibile. E con il vizietto di appassionarmi ancora allo sport!

Radio Number One è #DOVEVIVITU.
Musica italiana e internazionale, notizie e articoli dal mondo dell’attualità, podcast e approfondimenti su musica, spettacolo, arte, cultura, libri e sport.
Radio Number One siamo noi: facciamo divertire più di 200mila ascoltatori ogni giorno e oltre un milione alla settimana. E il nostro obiettivo è quello di sempre: la buona musica #DOVEVIVITU

Radio Lagouno s.r.l. SEDE LEGALE: Via Camozzi 9/11 24122 Bergamo (Italia) P.I. & C.F. 00699990164 REA: BG-166254

©2017 Radio Lagouno s.r.l. | SEDE LEGALE: Via Camozzi 9/11 – 24122 Bergamo (Italia) | P.I. & C.F. 00699990164 | REA: BG-166254 |
Privacy Policy e Note Legali | Cookie Policy | Privacy Policy WhatsApp | Codice Etico | Codice Reclami | Crafted by ADL -Your Digital Coach

©2017 Radio Lagouno s.r.l. | SEDE LEGALE: Via Camozzi 9/11 – 24122 Bergamo (Italia) | P.I. & C.F. 00699990164 | REA: BG-166254 | Privacy Policy e Note Legali | Cookie Policy | Privacy Policy Whatsapp | Codice Etico | Codice Reclami | Crafted by ADL -Your Digital Coach
0%