Radio Number One a Sanremo 2020 con il Premio Donida

Coi nostri Luca e Guglielmo saremo presenti al Festival di Sanremo con una postazione speciale. E con il Premio Donida si vota il miglior giovane in gara

Anche per l’edizione numero 70 del Festival di Sanremo, che si terrà dal 4 all’8 febbraio, Radio Number One sarà presente con una speciale postazione per raccontare tutto ciò che accade in occasione della settimana musicale più importante a livello nazionale. Nella Città dei Fiori, infatti, i nostri Luca Viscardi e Guglielmo Meregalli saranno in diretta ogni giorno con collegamenti continui, intervistando gli artisti che prenderanno parte alla kermesse e raccogliendo pareri, commenti e opinioni di tutti gli addetti ai lavori presenti. Più nel dettaglio, i nostri speaker andranno in onda dalla splendida location del Miramare The Palace Hotel, situato a circa un chilometro dal Teatro Ariston, sede del festival.

PREMIO DONIDA – Non solo sarà la 70ª volta che andrà in scena il Festival di Sanremo, ma sono anche 70 anni dal primo successo firmato Carlo Donida Labati, fra i più grandi e completi compositori italiani, scomparso nel 1998. Per celebrare la sua musica e per fare in modo che i suoi capolavori restino impressi nella mente di tutti, è stato istituito un premio in suo onore, il Premio Donida, di cui Radio Number One è partner in occasione del Festival di Sanremo 2020. Un riconoscimento finalizzato quindi a diffondere il ricordo e la testimonianza del maestro milanese e a trasmettere messaggi di carattere culturale e artistico che siano di esempio per i giovani. Ebbene sì, tramite i canali della nostra radio sarà possibile votare il miglior cantante della categoria giovani del festival, per la prima volta affidato alla conduzione di Amadeus. Le Nuove Proposte sono 8: Fadi, Fasma, Gabriella Martinelli e Lula, gli Eugenio in Via Di Gioia, Leo Gassmann, Marco Sentieri, Matteo Faustini, Tecla Insolia.

Sanremo 2020

PRIMI ANNI – L’eredità del maestro Carlo Donida Labati, nato a Milano nel 1920, è tuttora tangibile nel panorama artistico italiano dei nostri tempi, perché le opere da lui composte sono riconosciute di grande attualità, tanto che coloro che di questi tempi vanno ad approcciarsi al mondo della musica sono invitati a prenderne spunto (da qui l’idea del premio). La carriera di Donida cominciò nella Casa Ricordi in qualità di arrangiatore per la sezione di musica leggera, ed era il 1951 quando, una volta entrato nel giro, con il collega Gian Carlo Testoni firmò Sotto il mandorlo e Dimmi t’amo, che ebbero subito un importante successo.

CON MOGOL E NON SOLO – Fu però il sodalizio con Mogol a diventare storia, avendo portato al successo addirittura 126 canzoni, da Briciole di baci interpretata da Mina a Diavolo per Jimmy Fontana, passando per Prigioniero del mondo e La spada nel cuore, rispettivamente per Lucio Battisti e Little Tony. Donida fu ricercato spesso anche all’estero, ad esempio Tom Jones, Ben E. King e Charles Aznavour vollero mettere in scena le sue composizioni. Ben 12 le partecipazioni al Festival di Sanremo, con piazzamenti sempre di un certo rilievo, fra cui Gli occhi miei (Wilma Goich-Dino) e La folle corsa (Little Tony-Formula 3). Scrisse anche per Luigi Tenco. Donida morì nell’aprile del 1998 in provincia di Varese, ma la sua musica continuerà a vivere ed emozionare in eterno.

In fondo alla pagina potete votare il vostro giovane preferito! Quello con più preferenze verrà insignito del prestigioso Premio Donida e Radio Number One!

[totalpoll id=”72068″]


Radio Number One

#dovevivitu

Current track
TITLE
ARTIST

Background